Rettiliani: E se dinosauri intelligenti avessero evacuato la Terra milioni di anni fa?

0

Rettiliani: E se i dinosauri intelligenti avessero evacuato la Terra milioni di anni fa?

Diversi ricercatori sostengono che una razza dell’età dei dinosauri non si sia mai completamente estinta: “Alcuni rettiliani hanno lasciato la Terra milioni di anni”.

altamente adattabili e astuti potrebbero essere sopravvissuti all’impatto dell’asteroide dello Yucatan e al successivo massiccio cambiamento climatico milioni di anni fa.

Sarebbero i predecessori, di cui alcuni scienziati concordano, diventati una grande razza evoluta e intelligente, i rettiliani.

 Sono stati in grado di creare tecnologie avanzate e superscienze che hanno portato a conoscenze incredibili, comprese le astronavi interstellari.

Nel tempo avrebbero potuto esplorare e colonizzare altri pianeti creando una rete di società al di fuori della Terra.

Diversi contattisti, raccontano di Rettiliani originari dal Pianeta terra, e questi esseri, avrebbero evacuato la Terra milioni di anni fa per poi fare ritorno causando diversi rapimenti alieni.

I rettiliani hanno visto l’umanità evolversi nel corso di milioni di anni, spingendo sottilmente gli umani verso un obiettivo ancora sconosciuto

Un obiettivo che guida un’agenda misteriosa, forse terrificante, di cui solo i Rettiliani sono a conoscenza.

Per molti anni, gli scienziati hanno previsto la scomparsa della razza dei dinosauri come un’estinzione di massa sulla scia della catastrofica collisione di un gigantesco asteroide con la Terra nella regione di Chicxtulub dello Yucatán. Ma come gli scienziati stessi affermano, abbiamo un grosso problema, se la Terra era piena di Dinosauri, perchè abbiamo ritrovato pochissimi resti? dove sono tutti gli altri resti o fossili di questa specie?

Descrivevano un mondo oscurato, un’atmosfera soffocata dalla polvere e vorticose tempeste di carbonio dovute a decine di migliaia di incendi.

Il suo scenario corrisponde all’ipotesi dell'”inverno nucleare” del famoso astronomo Carl Sagan.

Nuove prove indicano la forte possibilità che tutti i dinosauri non siano morti entro pochi anni dall’impatto dell’asteroide. Alcuni sono sopravvissuti per molte centinaia di migliaia di anni.

Nuovi dati hanno anche rivelato che l’impatto di Chicxtulub si è effettivamente verificato 300.000 anni prima della linea temporale originariamente accettata, quindi non potrebbe spiegare l’estinzione di massa della razza dei dinosauri che seguì.

L’asteroide dello Yucatan non ha ucciso i dinosauri, afferma lo studio. Un altro fatto inquietante preoccupa da molti anni alcuni paleontologi:

La risposta, dicono altri scienziati, è che i dinosauri non sono morti immediatamente. La loro scomparsa è durata fino a 700.000 anni.

Nell’ultimo decennio, migliaia di prove indicano un quadro completamente nuovo sui dinosauri, la loro fisiologia, come hanno vissuto e come sono morti.

Gli scienziati hanno fatto un importante riconsiderazione sull’ ipotesi di estinzione dei dinosauri. Questi rettili erano anche molto più agili di quanto gli scienziati avessero a lungo creduto.

Alcuni svilupparono mani rudimentali che avrebbero poi permesso loro di modellare e usare strumenti. Alcuni avevano cervelli che si evolvevano in vera intelligenza, come i velociraptor.

Sorprendentemente, tutti gli elementi necessari che hanno permesso ad alcune razze di dinosauri di svilupparsi in modo intelligente, almeno la dimensione del primo uomo, sono stati confermati.

E una volta che i dinosauri avevano raggiunto quel livello nella scala evolutiva, avevano una migliore possibilità di sopravvivenza. Ma prove che indica l’esistenza di dinosauri intelligenti? Sì, c’è.

Avere un cervello cosciente che può pensare a soluzioni ed estrapolare è un passo importante verso l’intelligenza, ma per essere pienamente efficace, il cervello ha bisogno di essere collegato ad attacchi che possono modificare significativamente l’ambiente.

rettiliani

Un tale attaccamento deve essere altamente adattabile e capace di manipolare piccole cose con un alto grado di destrezza. Anche se i delfini sono intelligenti, non hanno legami manipolatori, ma gli umani hanno legami che corrispondono ai criteri:

Mani; e queste sono cresciute anche su alcuni dinosauri. Tali accessori, in concomitanza con l’evoluzione dell’intelligenza, permettono la manipolazione degli habitat, la creazione di strumenti e armi rudimentali e una migliore capacità di dominare l’ambiente.

“Sarahsaurus aurifontanalis, un dinosauro che abitava il continente nordamericano 200 milioni di anni fa, era un piccolo erbivoro. Ciò che mancava a Sarahsaurus, tuttavia, lo compensava con le sue mani: mani manipolatrici di dimensioni simili a quelle umane. E, secondo gli studi dei paleontologi, le mani della creatura le davano grande potere e influenza”.

Evolutionary bioparanoia”, un articolo di John C. McLoughlin pubblicato sulla rivista Animal Kingdom, postula lo sviluppo di dinosauri intelligenti.

Altri ricercatori hanno seguito il concetto. L’unica restrizione che i ricercatori hanno visto alla possibilità di dinosauri intelligenti è che l’estinzione è arrivata troppo rapidamente.

Non avevano il tempo di pensarci e di sopravvivere.

L’autore Thomas P. Hopp scrive nel suo blog che “tra i paleontologi del nostro tempo, la nozione di dinosauri intelligenti viene fuori più spesso di quanto si possa supporre. Anche se i ricercatori nel campo attualmente non rischierebbero la loro reputazione proponendo un intelletto umano tra le creature di 65 milioni di anni fa, ci sono state molte discussioni scientifiche sulla capacità cerebrale che esisteva all’interno dei crani di grandi e piccole creature del Cretaceo”.

Tuttavia un altro blogger specula su una recente teoria secondo cui i dinosauri intelligenti dominano altri pianeti.

In “Extremely Intelligent Dinosaurs May Rule Other Planets In The Universe” lo scrittore fa riferimento ad un affascinante studio apparso sulla rivista dell’American Chemical Society, prevedendo che “versioni avanzate del T. Rex e altre creature mostruose simili a dinosauri con l’intelligenza e l’astuzia degli umani potrebbero essere le forme di vita che si sono sviluppate su altri pianeti dell’universo”.

FoxNews ha anche ripreso l’argomento dei dinosauri intelligenti e ha riferito: “…che probabilmente ci sono dei dinosauri alieni super-evoluti e super-intelligenti nello spazio” e che “sarebbe meglio non uscire con uno di loro”.

Il lasso di tempo originale dell’estinzione dei dinosauri, tuttavia, era distorto. Alcuni dinosauri hanno continuato ad esistere fino a 700 millenni, un tempo più che sufficiente per i dinosauri come il velociraptor per evolversi ad un più alto grado di intelligenza, creando agricoltura, armi, rifugi e infine città.

Questi rettili potrebbero aver sviluppato un linguaggio, eventualmente scritto, creato strumenti e armi più avanzate. Potrebbero anche essere stati guerrieri che combattevano tra loro in competizione per la terra e le risorse migliori.

Man mano che le culture dei rettili si sviluppavano, potevano necessariamente diventare più sofisticate. I rettili intelligenti si proteggevano dalle intemperie con disegni di vestiti, ripari e metodi agricoli più efficienti e avanzati.

Le scoperte sono progredite e l’energia è stata padroneggiata. Alla fine, molti milioni di anni prima che alcuni mammiferi diventassero uomini, la razza dei rettili aveva macchine volanti, satelliti e veicoli spaziali.

Alla fine esplorarono altri sistemi stellari. Anche se erano così avanzati, per la maggior parte hanno lasciato la loro patria, visitandola solo sporadicamente per osservare e monitorare la vita che si stava ancora evolvendo sulla Terra, compresi i primi ominidi che alla fine sono diventati Homo Sapiens.

Il grande maestro della cospirazione David Icke ha raggiunto una fama mondiale con 19 best-seller internazionali e un enorme seguito.

Icke è la forza motrice contro una cabala di rettiliano-umanoidi segreti (variamente chiamati Rettiliani, Rettiliani o Rettiliani), la “Fratellanza Babilonese” che manipola e dirige esseri umani innocenti per i propri fini.

In un libro, The Greatest Secret, sostiene che gli esseri umani sono il prodotto di un diabolico programma di allevamento rettiliano che ha mutato semplici scimmie in schiavi umanoidi quasi-intelligenti per servire i loro padroni rettiliani.

Adottando l’ipotesi sumera della razza aliena Anunnaki di Zecharia Sitchin, Icke ha creato uno scenario inquietante di natura stupefacente e di esistenza artificiale, di signori lucertola demoniaci e di manipolazione della coscienza.

In sostanza, la realtà non è altro che un’illusione diretta e manipolata da esseri rettiliani freddi e senz’anima. L’unica realtà, sostiene Icke, è il Reame Rettiliano dell’Assoluto. Potrebbe essere vero tutto questo?

Incredibilmente, i rettili intelligenti (i dinosauri) potrebbero avere una base reale. Alcuni paleontologi hanno pensato seriamente a come questi esseri potrebbero essersi evoluti, se non fossero stati spazzati via dall’impatto dell’asteroide dello Yucatan.

Le loro estrapolazioni potrebbero essere più vicine alla verità di quanto pensano, poiché stanno emergendo prove che i rettili più intelligenti non sono stati distrutti da una conflagrazione mondiale, ma hanno avuto quasi tre quarti di un milione di anni in più per diventare intelligenti, simili agli umani di oggi.

Il concetto, come potete immaginare, è molto controverso. Alcuni paleontologi lo sostengono o ne sono incuriositi; altri scienziati criticano aspramente l’idea come infondata o il massimo dell’arroganza omo-centrica.

A scrivere sull’argomento è il dottor Dale Russell, lo “scopritore dello Stenonychosaurus (ora chiamato Troodon) al Museo Nazionale di Scienze Naturali di Ottawa, Canada”.

Russell postula che “i dinosauri del tardo Cretaceo erano sulla buona strada per diventare animali intellettuali e questo sarebbe successo se i dinosauri non avessero subito l’estinzione. Stenonychosaurus aveva un pollice opponibile, era alto circa un metro e mezzo e aveva una visione binoculare. Aveva tutti gli ingredienti per il successo come vediamo più tardi nello sviluppo delle scimmie”.

Di nuovo, alla luce delle nuove scoperte sulla linea temporale dell’estinzione dei dinosauri, la domanda deve essere posta,

I velociraptor, i trodonti o i dinosauri hanno imparato a sopravvivere quelle centinaia di migliaia di anni in più e a raggiungere un alto livello di intelligenza? Le probabilità sembrano essere sempre migliori.

I ricercatori UFO sono generalmente d’accordo che i visitatori extraterrestri sembrano venire in molte forme e dimensioni.

Alcuni ricercatori sostengono che ci sono 81 razze aliene che visitano la Terra da Migliaia di anni.

La maggior parte dei ricercatori che hanno familiarità con il contatto extraterrestre e i casi di rapimento concordano sul fatto che la maggior parte degli esseri umanoidi rientrano in diverse categorie principali, tra cui i familiari Grigi, i Nordici (esseri maschi e femmine alti, biondi, ben sviluppati e indistinguibili visti a volte con i Grigi), i Droni (creature insettoidi che a volte accompagnano i Grigi) e i Rettiliani.

Di tutti gli ET, i Rettiliani (e le leggende e i miti su di loro) sono gli unici esseri che si insinuano nella storia umana.

Il famoso ufologo e teorico Jacques Vallee chiama gli ET “messaggeri dell’inganno”. Altri ricercatori li hanno chiamati intrusi, invasori o manipolatori.

Altri ricercatori ancora (che conoscono le mutilazioni di bestiame e umane, i bizzarri programmi di localizzazione e le terrificanti sessioni di rapimento condotte a bordo di imbarcazioni tecnologicamente avanzate che sembrano quasi magiche) li chiamano demoni e assassini.

Le registrazioni che risalgono a molte migliaia di anni fa rivelano che una o più intelligenze extraterrestri hanno diretto il corso della civiltà umana in modi non sempre benefici per la razza umana.

Quindi, gli alieni sono qui per aiutare essendo ambivalenti, assimilando gli umani attraverso la mutazione del DNA o governandoli come padroni del mondo?

La scrittrice Claire L. Evans sul blog scientifico Badim Universe Everything riflette sull’Agenda Rettiliana. Mentre gran parte di esso è ironico, definisce accuratamente le ipotesi di cospirazione che ruotano fondamentalmente intorno ai rettiliani umanoidi.

Sono “ibridi rettiliano-umani altamente sviluppati, supernaturalmente intelligenti e soprannaturali, o Rettiliani, che sono capaci di mutare forma e presumibilmente controllano tutte le principali società segrete, le stirpi reali e i governi della Terra”.

Oltre a David Icke, Evans indica anche il ricercatore John Rhodes. La teoria che Rhodes propone è l’unica con nuove prove che cominciano ad essere sostenute:

Alcuni dei cosiddetti alieni sono in realtà dinosauri evoluti che sono sopravvissuti e ora sono molto più avanzati degli umani.

Potrebbero esserlo, dato che la razza intelligente dei dinosauri è più evoluta di molti milioni di anni rispetto alla razza umana.

Rhodes è stato “il primo” a indagare seriamente e a presentare pubblicamente le affermazioni di osservazioni di rettili umanoidi, fondando il centro di ricerca Reptoids.com alla fine degli anni ’90. Evans rivela:

“Rhodes sostiene che questi misteri criptozoologici non sono di natura extraterrestre, né hanno a che fare con i governi mondiali. Questo tipo di discorso è solo una paura collettiva istintiva dell’attuale clima politico globale. I loro uomini lucertola, piuttosto, sono dinosauri evoluti”.

Se esistono dinosauri intelligenti, quali sono le loro motivazioni? Qual è la loro agenda? È benigna o sinistra?

Forse sono in corso studi antropologici, o uno studio sociologico di vasta portata su un’intelligenza compagna che ha preso un percorso evolutivo diverso, anche condividendo il suo mondo genitore con loro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.