«Gli alieni sono entità transdimensionali capaci di viaggiare con la luce»

«Gli alieni sono entità transdimensionali capaci di viaggiare con la luce»

Una nuova teoria suggerisce una visione alternativa degli alieni, basata su millenni di prove supportate anche da una piccola parte della scienza quantistica: potrebbero essere entità transdimensionali in grado di viaggiare con la luce?

Andrew Collins , scrittore e scienziato, da decenni indaga sulle vere origini dell’umanità. Nel suo libro “Origini del Dio”, suggerisce la possibilità che gli alieni siano in realtà entità transdimensionali .

entità transdimensionali

Collins riferisce che il fenomeno UFO ed extraterrestre ha una spiegazione che risale alla preistoria .

La sua intenzione era cercare di capire esattamente chi fossero gli antichi alieni e gli UFO. Ha assicurato che durante la sua indagine, qualcosa sembrava sfuggire all’attuale comprensione umana, il che non significa che non siano veicoli spaziali fisici . Ma c’è qualcosa di più complesso.

La cosa principale è che c’è una sorta di connessione tra gli UFO e la coscienza umana . Nel senso che le persone che hanno assistito a questo fenomeno avevano un legame particolare o uno stretto legame con esso.

Un’altra domanda è come le antiche civiltà avrebbero potuto affrontare questo fenomeno allo stesso modo di quelle persone che riferiscono i loro incontri con gli UFO.

Attraverso la sua analisi approfondita, unita alla sua conoscenza della fisica teorica e quantistica , Collins ha esposto un punto di vista su cosa comporterebbe il contatto extraterrestre.

Molti UFO potrebbero essere fatti di pura luce solida . Mentre il suo costituente principale è il plasma, inteso come lo stato completo della materia, poiché costituisce il 99% dell’universo.

«Gli alieni sono entità transdimensionali capaci di viaggiare con la luce»

Dovrebbe essere noto che il plasma è, in sostanza, il risultato della divisione degli atomi. Gli elettroni così rilasciati generano fotoni di luce. In questo modo tutto diventa pura luce.

Ciò che è stato scoperto di recente è che la luce sembra interagire in modo intelligente .

Plasma e protointelligenza

I fisici teorici si resero conto che il plasma poteva contenere quella che viene chiamata protointelligenza . Che è in grado di abitare temporaneamente ambienti plasma e lasciare l’ordine implicito.

Ciò che è stato recentemente scoperto è che il plasma stesso può avere una dimensione alternativa dello spazio-tempo e fungere da portale verso dimensioni superiori.

“Se ciò fosse vero e se potessimo semplicemente tornare alle cosiddette proto-intelligenze di cui parlava David Bohm, allora potremmo abitare in un costrutto energetico che identifichiamo erroneamente come UFO.

Vediamo le intelligenze associate al plasma cosmico come entità transdimensionali che possono influenzare il nostro spaziotempo in un contesto 3D ed esistere al di fuori di questo ambiente multidimensionale”.

Collins propone anche la comunicazione non verbale che spesso avviene tra i contatti e tali entità transdimensionali. Questo si basa sull’idea dell’entanglement quantistico, secondo il quale queste particelle potrebbero essere interconnesse nonostante l’enorme distanza che le separa.

“Il collegamento con gli UFO è che se questi ambienti plasmatici dovessero associarli a quelli che di solito chiamiamo UFO, allora quell’energia potrebbe stabilire una sorta di collegamento mentale e comprensione con la coscienza umana, e questo solo attraverso l’entanglement”.

In parole povere, alcune particelle nel cervello possono avere copie esatte all’interno di ambienti plasmatici. Il che provoca una certa risonanza attraverso la connessione.

Comments (0)
Add Comment