giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeparanormaleArconti: «Gli esseri interdimensionali che controllano il mondo

Arconti: «Gli esseri interdimensionali che controllano il mondo

Gli arconti controllano il Mondo

Gli Arconti come viene riportato dal noto sito Universo7p derivano dalla parola greca “sovrano”, che era anche usata come titolo per una certa funzione pubblica in un governo. Se rivediamo la storia da un punto di vista gnostico, capiamo che in questo contesto, erano considerati gli angeli e i demoni dell’Antico Testamento.

Gli gnostici, i custodi degli insegnamenti originali del cristianesimo, conoscono da secoli le forze anti-risveglio e hanno scritto molto su di esse definendole “Arconti”.

Nella tradizione gnostica leggiamo che gli Arconti sono entità emanate dal cosiddetto Demiurgo,  il “principio creatore” che si frappone tra la razza umana e la realizzazione del Divino. Sempre secondo gli gnostici, il Divino può essere conosciuto solo per esperienza diretta (o esperienza mistica) detta appunto gnosi.

Gli Arconti, nell’iconografia classica, vengono spesso raffigurati come esseri ermafroditi dall’aspetto inquietante, avidamente attratti dalle meschinità umane e dalla violenza. Al di là di questa rappresentazione allegorica è bene ribadire che gli Arconti non hanno una forma o un aspetto definiti. Sono forze impersonali, né più e né meno come la corrente elettrica o la gravità.

In questo universo Dio, conosciuto come il Demiurgo, ha lasciato la realtà, che è una specie di matrice creata per imprigionare gli umani, e il suo rovescio oscuro, Astarot, è entrato in conflitto con gli aiutanti del Demiurgo, gli Arconti, per cercare di portare l’inferno sulla terra.

È stato mentre mi documentavo per La logica dell’assurdo, ma ho dovuto estendere quella ricerca a causa dell’incarico che mi ha dato l’Editorial Luciérnaga di scrivere Seres de otra dimensión (Esseri di un’altra dimensione).

Il ricercatore Salvador Freixedo nel suo libro Difendiamoci dagli dei, in cui sviluppa un concetto legato alla teoria dell’intrusione, esseri extradimensionali, che ha molto a che fare con il concetto di Arconti.

arconti

Nel libro di Freixedo troviamo riscontri sugli Arconti

In questo libro Freixedo ci racconta la sua ipotesi, basata sul confronto di testi religiosi di diverse culture, come gli Aztechi e il Vecchio Testamento, che contrappone al fenomeno UFO, vedendo che ci sono molte somiglianze tra epifanie religiose e incontri con presunti extraterrestri.

Così, conclude che gli dei dell’antichità sono ciò che oggi conosciamo come UFO, e che un tempo erano conosciuti come apparizioni divine.

Secondo la teoria dell’intrusione, e secondo Freixedo, non sono in realtà nessuna di queste cose, ma sono qualcos’altro, ma le interpretiamo secondo le nostre credenze e il contesto storico-culturale.

In questo libro, Freixedo menziona che queste entità extradimensionali, come le chiama lui, si adattano al concetto proposto da John Baines nella seconda parte del suo libro Sorcerers Speak:

“Secondo Baines, “gli Arconti sono esseri temibili, non perché siano malvagi, ma per la loro fredda, implacabile severità nel manipolare l’uomo sapiens.

Questi giudici occulti provocano, per esempio, senza alcuna pietà nel loro cuore, una guerra mondiale in cui muoiono milioni di persone. Per loro questi morti non hanno più valore di quello assegnato dal sapiens alle migliaia di animali che abbatte quotidianamente per nutrirsi”.

Cosa sono gli Arconti?

Prima di tutto, se analizziamo il termine, vediamo che la parola Archon è una parola greca che veniva usata per designare i capi del governo delle città, i magistrati, quindi possiamo vedere che verrebbe a significare qualcosa come “i capi” o “i governanti”.

Oltre a questo significato etimologico, nell’esoterismo questa parola ha un altro significato.

Vediamo qual è questo significato esoterico dei governanti e da dove viene.

Gnosticismo: l’origine degli Arconti

Il significato esoterico degli arconti viene dallo gnosticismo, un ramo del cristianesimo mistico che era in realtà un sincretismo di molte correnti religiose, esoteriche e filosofiche.

Lo gnosticismo si è sviluppato tra il I secolo a.C. e il IV secolo d.C.

Questa filosofia si basava sul presupposto che gli esseri umani non erano salvati dalla fede o dall’azione divina, ma dalla gnosi, la conoscenza introspettiva del divino.

Pertanto, gli gnostici credevano che l’uomo può salvarsi da solo, motivo per cui era considerato un’eresia dalle correnti ortodosse del cristianesimo.

Lo gnosticismo credeva nella dualità di spirito e materia, per cui pensavano che da una parte ci fosse la divinità, che era qualcosa di irraggiungibile e incomprensibile, e dall’altra il mondo materiale, che era governato dal demiurgo, una specie di aspetto emanato dalla divinità, che era il creatore del mondo materiale e l’Arconte maggiore.

Quindi, per gli gnostici, il Demiurgo e i suoi Arconti, appartenenti alla materia, erano l’imperfetto, il degradato, il male, l’opposto dello spirito, e la loro missione era di legare gli umani alla materia per impedire loro di conoscere la divinità attraverso la Gnosi.

Fino a tempi relativamente recenti c’erano poche informazioni sullo gnosticismo, e ciò che si sapeva proveniva principalmente da alcune scritture cristiane, come il Vangelo di Giovanni e il Libro dell’Apocalisse.

Tuttavia, tutto questo è cambiato nel 1947 con la scoperta di misteriosi manoscritti.

La Biblioteca di Nag Hammadi e gli Arconti

Nel 1945 Ali Samman, mentre cercava del fertilizzante naturale per le sue coltivazioni, trovò un’anfora contenente dei manoscritti, oggi conosciuti come i manoscritti di Nag Hammadi.

Il Codice di Nag Hammadi è costituito da 13 libri, così chiamato perché è stato trovato nella zona di Nag Hammadi, dove fu fondato il primo tempio cristiano della storia nell’anno 320.

Ed è proprio grazie a uno di questi manoscritti, che l’Ipostasi degli Arconti (contenuta nel trattato 4 del Codice II)riportano tutte le informazioni esoteriche sugli Arconti del Destino.

Il titolo potrebbe essere tradotto come “la realtà dei poteri”, e sarebbe una sorta di vera Genesi, una riscrittura della Genesi che ci dice come è stata realmente la creazione e qual è la natura dei veri poteri che dominano il mondo materiale, che sarebbero gli Arconti, cioè i dominatori.

Più tardi nel cristianesimo sarebbe rimasta un’eredità dello gnosticismo, e alcune figure cristiane avrebbero parlato dei dominatori del mondo, un concetto a cui si fa riferimento per esempio nella Prima Lettera ai Corinzi di San Paolo.

Così, alcuni interpretano il riferimento di Gesù Cristo a Satana come il Principe di questo mondo come un’allusione al Demiurgo e ai suoi servi, gli Arconti: il Demiurgo sarebbe Lucifero, re del mondo terreno e della menzogna, e i suoi servi, gli angeli caduti, sarebbero identificati con gli Arconti.

Alcuni identificano anche la figura degli Arconti nell’Islam attraverso i djinn o jinn.

Molti ricercatori ed esoteristi hanno visto questi arconti come esseri di un’altra dimensione, secondo alcuni addirittura alieni, secondo altri, dominano il nostro mondo dall’ombra.

Interpretano i testi gnostici come prova che queste entità sono esseri inorganici di altre dimensioni che parassitano gli esseri umani, e che esistono nella nostra realtà da prima della comparsa dell’umanità.

Secondo loro, gli gnostici, attraverso i loro esercizi spirituali nel tentativo di raggiungere la gnosi, hanno ampliato la loro coscienza collegandosi con gli Arconti attraverso stati alterati di coscienza, ed è così che hanno scoperto l’esistenza di questi governanti nascosti del mondo.

Tuttavia, gli Arconti non possono agire fisicamente nella nostra realtà, quindi ci manipolano indirettamente.

Sarebbero responsabili del fatto che gli esseri umani creano continuamente conflitti e guerre; sarebbero responsabili di tutte le emozioni e gli atti negativi e aberranti dell’umanità.

Perché? Perché impediscono all’essere umano di evolvere spiritualmente per scoprire la propria natura divina che gli permetterebbe di liberarsi dai vincoli del materialismo e della paura, che sono le principali limitazioni che lo legano a questo mondo illusorio che sarebbe la realtà materiale.

Alcuni teorici sostengono addirittura che questi Arconti si nutrono o traggono piacere dall’energia mentale emanata dagli esseri umani quando sono in stati alterati di coscienza causati da emozioni negative come il dolore, l’angoscia o il terrore.

Pertanto, queste entità ci maneggerebbero a loro piacimento come se fossimo bestiame.

Questa tesi si adatterebbe in parte alla teoria dell’intrusione che afferma che i fenomeni paranormali e gli eventi fortiani sono in realtà manifestazioni di esseri di altre dimensioni che, in determinate condizioni, irrompono nella nostra realtà per un tempo limitato, interagendo con noi in modi che non possiamo comprendere e generando tutti gli eventi inspiegabili.

Da questo punto in poi, ogni ricercatore prende la questione nelle sue mani.

Così, ci sono ricercatori del fenomeno UFO che identificano gli arconti con extraterrestri grigi, e altri sostengono che queste stesse entità non sono esseri di altre dimensioni, o addirittura demoni.

Altri teorici della cospirazione collegano gli Arconti alle società segrete e ai cripto-gruppi che, secondo loro, dominano il mondo.

Così, aristocratici e leader politici ed economici appartengono a tali gruppi, siano essi massoni, Illuminati, cripto-giudaici o i membri del club Bildelberg, che sono influenzati a livello conscio o subconscio, a seconda della fonte, dagli Arconti, che dominano tutte le loro decisioni, creando un nuovo ordine mondiale.

E questo apre la porta a ogni sorta di speculazione, poiché questa nobiltà nera corrotta che serve gli arconti ci manipolerebbe per mezzo di:

  • i media
  • cultura
  • dipendenze
  • egoismo
  • impianti (tecnologici o eterici) inseriti alla nascita o attraverso rapimenti.
  • intrattenimento
  • il sistema educativo
  • guerre
  • reincarnazione che ci farebbe dimenticare la nostra vera natura di anime immortali cancellando la saggezza delle vite passate.
  • religioni
  • vaccinazioni
  • e molti altri mezzi, per tenerci attaccati alla realtà materiale attraverso la paura, la sofferenza e le emozioni negative che ci impediscono di evolvere spiritualmente.

C’è persino chi collega il satanismo, la sparizione e il traffico di esseri umani, gli anelli pedofili, gli snuff movies e gli abusi rituali a queste élite guidate da Archon.

Ci sono anche autori, come David Icke, che collegano il tema degli Archonti ai rettiliani

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

News